martedì 20 dicembre 2016

Uji, Otsu e Himeji

9 e 11 agosto 2016
Nella regione del Kansai, oltre alle grandi città ricche di fascino e attrazioni come Osaka, Kobe e Kyoto, ve ne sono diverse minori che però in passato hanno rivestito dei ruoli di primaria importanza nella storia del Giappone, tra le quali Nara è l'esempio più lampante, e che ospitano ancora parecchi siti storici che vale la pena di visitare per la loro importanza e bellezza e sono magari raggiungibili con una semplice gita in giornata.
uji
per le strade di uji
uji
uji
Partendo dalla monumentale stazione di Kyoto, la linea che passa accanto al famoso santuario Fushimi Inari in direzione di Nara permette di arrivare in poco tempo nella città Uji, oggi poco più di un sobborgo della metropoli ma dal nome importante perché è qui che sono stati ambientati i capitoli finali del Genji monogatari, l'opera seminale della letteratura giapponese scritta nel secolo XI da una cortigiana, ed è sempre qui che sorgono due dei siti protetti dall'UNESCO come patrimonio dell'umanità appartenenti all'insieme di Kyoto.

lunedì 12 dicembre 2016

Kyoto (seconda volta)

9-11 agosto 2016
La storica città-museo giapponese possiede un patrimonio culturale e artistico che per grandezza e fascino ha pochissimi rivali nel mondo, tuttavia, anche se esso non si limita assolutamente ai tanti templi sparsi nella sua vasta area urbana, è proprio nella bellezza e varietà di questi ultimi che la città mostra il meglio di sé. Dato il numero esorbitante di siti religiosi sia shintoisti che buddisti presenti, si rischia però una certa "saturazione" e visto che alcuni giorni bastano comodamente a visitare tutte o quasi le attrazioni di altro tipo, è normale che una prima visita a Kyoto lasci inesplorati molti templi dalla bellezza folgorante e dal sicuro impatto visivo, limitandosi magari a quelli più importanti e conosciuti, che sono comunque parecchi (per i racconti, la descrizione e le foto circa questi e le altre principali attrazioni di Kyoto potete dare un'occhiata ai due post che ho scritto dopo la mia prima visita in città: parte 1 e parte 2).
kiyomizu dera kyoto
kiyomizu-dera
gojozaka kyoto
gojozaka
Per questo, e per tanti altri motivi, l'antica capitale del paese del Sol Levante è senza dubbio una destinazione da inserire nell'itinerario relativo anche ai viaggi successivi al primo nella terra dei samurai. Oltre ad avere voglia di sgranare nuovamente gli occhi davanti ai bellissimi quartieri tradizionali, con il loro affascinante dedalo di stradine fiancheggiate da pittoresche case di legno, e a godere delle passeggiate serali sulla riva del fiume Kamo, sono stati proprio i conti in sospeso lasciati con alcuni templi durante la mia prima visita alcuni anni fa (per "avvenuta saturazione" appunto) a spingermi quindi a tornare a Kyoto per un paio di giorni anche durante il mio secondo viaggio itinerante in Giappone.

martedì 6 dicembre 2016

Osaka e Kobe (seconda volta)

8-9 e 11-12 agosto 2016
Il Giappone è più di ogni altro uno di quei paesi dove non si sogna di ritornare più e più volte: ci si ritorna per davvero. E ogni volta, sarà per l'immensa offerta di spunti che offre o per i suoi volti cangianti con lo scorrere delle stagioni, le sorprese e le emozioni sono sempre nuove e intense.
kaiyukan osaka
kaiyukan
il porto di osaka e la cosmo tower
In tutto ciò è però inevitabile che alcuni luoghi, alcune città, rappresentino una tappa che ricorre in tutti, o in quasi tutti, i viaggi attraverso il paese del Sol Levante, e non è detto che questa speciale classe debba per forza essere limitata alla sua infinita capitale o all'enorme patrimonio culturale della sua più famosa città-museo. Per il mio secondo viaggio itinerante in terra nipponica, consacrato prevalentemente alla parte settentrionale e orientale della nazione, ho pensato bene invece di ripartire dalla regione del Kansai, dove nel viaggio precedente avevo lasciato alcuni conti in sospeso e la voglia di approfondire meglio diversi aspetti, tanto più che provenendo da tre settimane a spasso per la Corea del Sud, è proprio il grande aeroporto intercontinentale di questa regione a costituire l'approdo migliore.