martedì 11 ottobre 2016

Daegu

25-26 luglio 2016
Daegu è la quarta città della Corea del Sud e la terza area metropolitana, una metropoli di oltre 2 milioni e mezzo di abitanti e la città principale della regione del Gyeongsangbuk-do, della quale non è il capoluogo in quanto, come le altre principali metropoli coreane, forma un distretto amministrativo a parte.
dongseong ro daegu
dongseong-ro
dongseong-ro
Data la sua grandezza e importanza, e data la posizione che ne fa un crocevia per tutti i trasporti della nazione, la città è ottimamente collegata con tutte le destinazioni più importanti, e non solo, del paese sia tramite i treni super-veloci che con gli autobus; provenendo da Andong tuttavia, il mezzo più comodo per raggiungerla si è rivelato essere un semplice treno locale. La stazione ferroviaria che porta il nome della città è molto centrale, ma non si tratta però del principale scalo cittadino: la stazione più grande, dove quasi sicuramente arriverete, risponde al nome di Dongdaegu, accanto alla quale fervono i lavori di ampliamento (ma è comunque funzionante) del terminal dei bus, e si trova qualche chilometro più a est. Tre linee di metropolitana, oltre a diverse di autobus urbani, permettono infine di muoversi con estrema facilità nell'area urbana, che è parecchio estesa, di andare da una stazione all'altra e di arrivare nei pressi di quasi tutti i punti più interessanti o significativi.

presbiterian jeil church daegu
chiesa presbiteriana
seomun market daegu
seomun market
L'offerta di alloggio in città è ovviamente imponente e diversificata, e parecchi sono gli ostelli e le guesthouse economiche adatte ai viaggiatori zaino in spalla. In particolare l'ostello Empathy Dongseongro (oltre questa vi sono altre due sistemazioni con il nome Empathy appartenenti alla stessa catena ma in luoghi differenti della città) si è rivelata un'ottima scelta per la posizione centralissima del moderno palazzo che lo ospita, vicino alla più importante zona commerciale del centro, i prezzi contenuti, le camerate pulite e con letti nuovi, le confortevoli zone comuni e, soprattutto, lo staff gentilissimo, simpatico e competente, i cui membri parlano anche diverse lingue.

vicoli
seomun market
seomun market

Il punto forte della Daegu turistica sono in realtà i suoi mercati e zone commerciali, e l'aspetto generale della città è moderno, con vari grattacieli che svettano, ma qualche attrazione storico-culturale di medio rilievo è comunque presente; quasi tutto comunque è contenuto nei quartieri più centrali, che si trovano subito a sud della stazione di Daegu e sono tagliati a metà da Jungangdae-ro, il viale sotto al quale corre il tragitto della linea 1 della metro, mentre il largo Gukchaebosang-ro li taglia trasversalmente.
daegu
missionary residence daegu
residenza dei missionari
A breve distanza dall'ostello, ma sulla sponda opposta del primo viale, sorge il piccolo parco Gyeongsan Gamyeong, tra gli alberi del quale si possono ammirare alcuni antichi grandi padiglioni risalenti al XVII secolo che ospitavano la residenza del governatore e gli uffici del governo provinciale. Tutta la zona subito a est di Jungangdae-ro invece, già intorno all'ostello ma ancora di più a sud di Gukchaebosang-ro, è invece pedonale o a traffico limitato ed è il vivace cuore cittadino grazie alle centinaia di negozi, boutiques, bar e ristoranti che vi sorgono, in particolare lungo Dongseong-ro e nei vicoli intorno, che formano il fashion district cittadino e sono sempre pieni di gente a passeggio.
cattedrale gyesan daegu
cattedrale gyesan
cattedrale gyesan daegu
cattedrale gyesan
Una curiosità è che parecchie strade cittadine sono consacrate principalmente a un particolare tipo di prodotto, così può capitare di imbattersi, non solo nella zona pedonale ma un po' in tutto il centro cittadino, nella via dedicata ai negozi di moda, nel vicolo dei telefonini, in quello dei negozi di seconda mano, di scarpe, di motociclette o di gioielli (la cartina reperibile nell'ufficio informazioni della stazione di Dongdaegu o in quello al centro le indica chiaramente, quindi sono facilmente rintracciabili). Naturalmente intorno a Dongseong-ro ci sono anche il vicolo dedicato alle caffetterie, quelli dove si mangia e quello caratterizzato da una fila di birrerie e locali dove bere qualcosa e passare un gradevole dopocena.

mercato delle erbe medicinali daegu
mercato delle erbe medicinali
ingresso del mercato delle erbe
museo della medicina orientale

Se a est di Jungangdae-ro c'è la zona più vivace, è invece a ovest che si trovano i siti più interessanti. L'attrazione più famosa è proprio una delle strade "dedicate" di cui sopra, quella che ospita il Mercato delle Erbe Medicinali.
fashion district
vicolo delle birrerie
Detto così sembra un luogo super affascinante, ma in realtà trattasi solo di una via lastricata aperta al traffico dove entrambi i lati sono caratterizzati da un susseguirsi, per qualche centinaio di metri, di negozi tipo erboristerie. Passeggiando per la via non si notano molti turisti, mentre è comune vedere qualcuno che parcheggia l'auto davanti a uno dei negozi per rifornirsi di sacchi di erbe, radici, funghi, cortecce e simili, ma comunque il colpo d'occhio che offre la fila di negozi con i banchi all'esterno carichi dei vari prodotti e di boccette di estratti vari è comunque abbastanza scenografico. Poco oltre la metà del percorso, in corrispondenza della piccola chiesa protestante Jeil, sorge inoltre il Museo della Medicina Orientale Yangnyeongsi.
gyeongsan gamyeong daegu
gyeongsan gamyeong
gyeongsan gamyeong daegu
gyeongsan gamyeong
Poco distante sorgono invece le due chiese principali della città: la cattedrale cattolica Gyesan, dalla caratteristica coppia di campanili in mattoni rossi, e la chiesa presbiteriana Jeil (si, ha lo stesso nome dell'altra), che torreggia dalla cima di una piccola collina sotto alla quale si stende uno stretto labirinto di vicoletti e casette a un piano. Alle spalle della chiesa presbiteriana sorgono invece alcuni stabili ottocenteschi in mattoni in stile europeo che originariamente fungevano da residenza ad alcuni missionari e ora sono trasformate in musei.
chiesa protestante
gyeongsan gamyeong daegu
gyeongsan gamyeong
Ancora un po' più a est si trova l'enorme mercato Seomun, il più grande della città e in assoluto uno dei maggiori del paese, diviso in sei sezioni contenute in altrettanti padiglioni contornati da bancarelle e costituito da migliaia di negozi dove trovare merce di qualsiasi tipo e dove non mancano anche i banchetti di cibo da strada e le tavole calde dove provare i piatti tipici della regione. Poco a nord del mercato sorge infine il parco Dalseong, anticamente sede di una fortezza e ora invece principale spazio verde del centro cittadino.

mercato delle erbe medicinali daegu
mercato delle erbe medicinali
mercato delle erbe medicinali daegu
mercato delle erbe medicinali
mercato delle erbe medicinali daegu
mercato delle erbe medicinali

In un giorno si riesce comodamente a visitare tutto quello che il centro di Daegu offre e per farsene un'idea abbastanza completa. Di certo la città non è una delle mete imperdibili di un viaggio nella penisola coreana, tuttavia non è priva di interesse ed è un posto piacevole, ma soprattutto rappresenta uno degli specchi più importanti e caratteristici della vita e della cultura del paese asiatico.
herbal medicine market daegu yangnyeong
mercato delle erbe medicinali
monte apsan (dal web)
Chi ha un po' più di tempo a disposizione può inoltre visitare alcuni siti piuttosto interessanti situati leggermente fuori dal centro ma ai quali si arriva abbastanza vicino grazie alla metro (o si raggiungono direttamente in bus), come il Museo Nazionale, il parco Duryu, nel quale svetta la E-World 83 Tower, la torre della televisione alta più di 200 metri che è uno dei simboli cittadini, e il monte Apsan, che domina la zona meridionale dell'area metropolitana e la cui cima, raggiungibile in cabinovia, offre uno dei panorami più spettacolari sulla città. A nord, un po' più lontano ma meno comodo da raggiungere, ma chi ha un mezzo proprio dovrebbe prenderlo in considerazione, è il parco nazionale sulle alture del Palgongsan, con i suoi eremi, i suoi templi e una famosa statua in pietra di Buddha, chiamata Gatbawi, che sfoggia un insolito cappello.

post successivo: Gyeongju


gatbawi (dal web)
parco dalseong (dal web)
e-world 83 tower (dal web)



Nessun commento:

Posta un commento

Lasciate un commento, sarà un piacere per me leggerlo e rispondere il prima possibile.