giovedì 26 maggio 2016

Mechelen (Malines)

29 febbraio 2016
La città di Mechelen, così come la vicina Leuven, è un'altra delle delle destinazioni turistiche delle Fiandre ricche di arte e di storia, visto che tra l'altro nel suo periodo di maggior splendore (la prima metà del XVI secolo) è stata anche capitale dei Paesi Bassi, ma molto meno conosciuta e celebrata rispetto alle tre città principali della regione.
onze lieve van hanswiick
bruul
Malines, com'è anche conosciuta in francese (forse gli appassionati di calcio ricorderanno la squadra belga con questo nome vincere a sorpresa la Coppa delle Coppe nel 1988), si trova esattamente a metà strada tra Bruxelles e Anversa, ed è comodamente raggiungibile da entrambe in non più di 20 - 25 minuti di treno, per cui risulta essere una meta perfetta per una gita di un giorno dalla capitale o dalla magnifica città portuale. Viste le dimensioni piuttosto contenute poi, dalla stazione ferroviaria, situata all'estremità meridionale del centro storico, si riesce agevolmente a coprire l'intera visita a piedi.

venerdì 20 maggio 2016

Leuven (Lovanio)

28 febbraio 2016
Oltre alle sue tre città più grandi e famose, Gand, Bruges e Anversa, le Fiandre conservano un nutrito gruppo di altre destinazioni dalla storia importante e dall'aspetto pittoresco che meritano senz'altro una visita.
groot begjinhof
leuven
bondgenotenlaan
Una delle indiscusse capofila di questo gruppo è la città di Leuven (Lovanio in italiano), le cui origini risalgono al IX secolo, conosciuta principalmente come polo universitario, le cui tradizioni testimoniano lo splendore raggiunto alla fine del medio evo, e come luogo originario di produzione della famosissima birra Stella Artois. La vicinanza con Bruxelles, distante appena 30 km, e i 25 minuti scarsi di treno necessari per raggiungerla dalle stazioni della capitale, uniti alle numerose attrazioni  sparse nell'area urbana, ne fanno una meta appetibilissima per una gita giornaliera.

sabato 14 maggio 2016

Istantanee: Cuba e Città del Messico

Da quando mi sono smart-fonizzato e netbook-izzato è diventato molto facile interagire con i social network anche durante i viaggi, e ho preso così l'abitudine di scrivere, ogni sera o quasi, su FB le mie riflessioni a caldo sulla giornata di viaggio appena trascorsa. In realtà all'inizio era più che altro un modo per informare mia madre della situazione in cui mi trovavo, ma poi mi sono accorto che in molti leggevano con piacere quello che scrivevo. Sotto l'etichetta Istantanee ho pensato dunque di raccogliere quei post, viaggio per viaggio, nazione per nazione, e di pubblicare l'insieme sul blog; ne viene così fuori uno scritto forse meno utile a livello di informazioni, ma molto più spontaneo e ruspante degli articoli ragionati su cui ho sempre basato i contenuti del blog stesso.

CUBA E CITTA' DEL MESSICO (18/12/2015 - 08/01/2016)
debod
Uh, a Barajas c'è il wifi gratis, basta registrarsi!
E quindi mi accingo a sorvolare l'Atlantico per la seconda volta in vita mia e stasera (notte fonda in Italia) ceneró a Città del Messico per poi, domani sera, arrivare finalmente a L'Avana.
Intanto ho approfittato del tanto tempo libero a Madrid per andarmi a vedere una cosetta che nelle mie tantissime visite precedenti nella capitale spagnola mi ero sempre perso: il tempio Debod.
Non male non male... 

lunedì 9 maggio 2016

Santiago de Cuba

2-4 gennaio 2016
Santiago è la seconda città di Cuba, ma la sua importanza storica e culturale è di primissimo livello, trattandosi di una delle sette città fondate da Diego Velazquez de Cuellar all'inizio del XVI secolo ed essendo stata anche capitale dell'isola, per non parlare poi del suo ruolo di culla della rivoluzione cubana, che proprio qui ha cominciato a prendere consistenza, di fulcro della scena musicale caraibica e di città natale di moltissime personalità di spicco del panorama storico-culturale cubano.
campagna cubana
scalinata padre pico santiago de cuba
dalla cima della scalinata di padre pico
Da ciò risulta chiaro come un quadro completo della nazione ospitata sulla Isla Grande non possa prescindere da una visita di Santiago, che sorgendo però all'estremità sud-orientale dell'isola, peraltro in bellissima posizione su delle basse colline che dominano la parte finale di una stretta e affascinante baia, a parecchie centinaia di chilometri da L'Avana, non è raggiungibile comodamente e in tempi brevi via terra. L'importanza della città si riflette tuttavia anche nella presenza di un aeroporto internazionale, situato circa 6 km a sud del centro, vicino al mare accanto all'imboccatura della baia, e chi volesse arrivare fino a qui farebbe bene a pensare a un collegamento aereo con la capitale.

lunedì 2 maggio 2016

Holguin

31 dicembre 2015 - 2 gennaio 2016
Holguin si trova nella zona sud-orientale di Cuba ed è al momento la sua quarta città per grandezza, tuttavia il suo aeroporto internazionale e il fatto che sia la porta di accesso ad alcune delle spiagge più belle e frequentate di tutta l'isola ne stanno favorendo lo sviluppo in maniera particolarmente repentina (si avvia a superare Camaguey).
loma de la cruz
quartiere alcides pino
L'agglomerato urbano, che consta anche di vari insediamenti satellite, riempie una pianura circondata da alture, alcune situate proprio a ridosso del centro. Il terminal inter-provinciale dei bus Viazul si trova lungo la Carretera Central e non è molto distante dal centro, un chilometro dalla piazza principale o poco più, ma è piuttosto piccolo e scomodo perché non ci sono banchine e si sale e scende dai mezzi fermi al lato della strada. Come tutti i capoluoghi di provincia cubani, Holguin può vantare, pur non ospitando attrazioni particolarmente rilevanti, un elevato numero di alloggi, prevalentemente case particular, e servizi decenti.