giovedì 22 gennaio 2015

Mainz e Wiesbaden

9 novembre 2014
kaiserstrasse e la christuskirche
landesmuseum
Intorno a Francoforte vi sono molte cittadine e siti di notevole interesse storico e paesaggistico, grazie anche alla vicinanza con la valle del Reno, e tra tutti questi una delle mete più interessanti, oltre che la più facile e comoda da raggiungere, è rappresentata dalle due affascinanti città storiche di Magonza e Wiesbaden, distanti tra loro appena una decina di chilometri, ma situate sulle due sponde opposte del fiume Reno, e raggiungibili dalla grande città finanziaria in meno di un'ora sia col treno che con la linea S di metropolitana di superficie.
torre del ferro
st. peter
Curiosamente, pur essendo quasi attaccate, le due città sono le rispettive capitali di due differenti stati federali (land) tedeschi: Palatinato-Renania la prima, Assia (nella quale è situata anche la stessa Francoforte) la seconda; cosa che ne testimonia l'importanza storica e culturale.
Data la vicinanza tra le due, e la loro non eccessiva grandezza (a fronte però di un nutrito gruppo di cose da vedere), Magonza e Wiesbaden ben si prestano a un'escursione di una giornata intera partendo da Francoforte.

il reno
schloss
landtag
il reno
rathaus
rathaus platz

La stazione ferroviaria di Magonza si trova nella zona nord-occidentale del centro, ma prima di dirigersi verso la città antica conviene puntare direttamente a est, verso il Reno, dove comprese tra i due larghi viali Kaiserstrasse e Grosse Bleiche ci sono varie attrazioni, a cominciare dalla cupola della Christuskirche, che domina il panorama in fondo alla fascia di giardini che caratterizza il primo dei due viali, per proseguire con i molti palazzi storici e nobiliari che si affacciano sul secondo, tra i quali sono da segnalare il Landesmuseum, lo Schloss (il palazzo del principe elettore), il Landtag (che anticamente era il palazzo dei cavalieri teutonici) e la chiesa di St. Peter.
torre del legno
augustinerkirche
Proprio dietro il palazzo del Landtag inoltre si trovano l'unico ponte cittadino sul Reno, dal quale il panorama è piuttosto affascinante, e l'inizio del lungofiume.
Passeggiando su quest'ultimo e sulla parallela Rheinstrasse, senza entrare ancora nei vicoletti del centro storico, si possono già ammirare alcune costruzioni di rilievo, come il moderno Rathaus, con accanto una piazza pedonale sopraelevata da cui ammirare il fiume, e, negli immediati pressi di questo, la Torre del Ferro, residuato delle antiche fortificazioni medioevali cittadine.
lungoreno
kirschgarten
Una possibilità è quella di proseguire per il lungofiume godendosi il bel panorama fino alla zona meridionale del centro, per poi ritornare verso nord lungo la Rheinstrasse e inoltrarsi nel centro storico in corrispondenza dell'altra torre antica rimasta dalle fortificazioni medioevali, la Torre del Legno, che si affaccia su quest'ultima.

altstad di magonza
augustinerkirche
augustinerstrasse
marktplatz di magonza
altstadt di magonza
gutemberg platz

La Altstadt di Magonza (quello che è sopravvissuto ai bombardamenti della II guerra mondiale, in parte anche ricostruito) nasconde parecchi scorci incantevoli e alcune attrazioni di primissimo livello.
mainzer dom
mainzer dom
Inoltrandosi tra i vicoletti alle spalle della Torre del Legno si costeggia la neoclassica chiesa di St. Ignatius per poi immettersi nella splendida Augustinerstrasse, pedonale e attorniata da molti palazzi antichi, sulla quale si affaccia anche la barocca Augustinerkirche e la pittoresca piazzetta del Kirschgarten, uno dei simboli cittadini, dalle caratteristiche casette a graticcio.
mainzer dom
chiostro del dom
Girando per i vicoletti si dovrebbe riuscire prima o poi a sbucare nella Gutemberg Platz, dedicata al figlio più illustre della città, e alla contigua Markt Platz, la bellissima piazza centrale dominata a sud dalla mastodontica fiancata del Dom, la più grande chiesa romanica della Renania. Sul lato settentrionale della piazza invece si affacciano una serie di palazzi barocchi, alle spalle dei quali prosegue il pittoresco dedalo di vicoletti.
museo gutemberg
museo gutemberg
Girando attorno alla cattedrale invece si arriva alla Liebfrauen Platz, dalla quale poter ammirare l'imponente abside della cattedrale, ma soprattutto sulla quale si affaccia quella che forse è l'attrazione cittadina più importante, ovvero il museo dedicato a Gutemberg, con sezioni dedicate alla storia, ai metodi e alle macchine per la stampa, ma soprattutto con una mostra permanente di libri antichi e preziosi tra i quali spiccano (ovviamente) le copia originale della Bibbia stampata da Gutemberg stesso nel 1455 (che per chi non lo sapesse è il primo libro stampato della storia).
markt platz a magonza
ludwigstrasse
Per ritornare dalle parti della stazione conviene percorrere l'elegante e pedonale Ludwigstrasse, piena di negozi e boutiques, in fondo alla quale si apre la spettacolare Schiller Platz, forse la piazza più bella della città, circondata da palazzi dalle facciate barocche e con al centro una monumentale quanto curiosa fontana in ferro battuto (dall'esplicativo nome di Fontana della Notte di Carnevale, Fastnachtbrunnen). Prima di girare a destra sulla comunque piacevole Schillerstrasse però, ritornando così alla stazione, è consigliabile fare un'ultima deviazione e prendere la strada in salita all'angolo sud-occidentale della piazza, che conduce fino alla chiesa di St. Stephen, impreziosita (e per questo famosa) dalle vetrate realizzate da Marc Chagall alla fine degli anni settanta.

vetrate di chagall
vetrate di chagall
st. stephen
markt platz a wiesbaden
schiller platz
schiller platz

Pochi minuti in treno o in bus e si arriva a Wiesbaden, altra città storica, situata alla base di alcune colline verdissime e famosa soprattutto per le sorgenti termali sparse un po' ovunque in centro e nei dintorni.
warmer park
copia della casa bianca
La stazione ferroviaria si trova all'estremità meridionale del centro, ma basta percorrere la Bahnhofstrasse, che inizia proprio di fronte a questa, e percorrendo poco più di un chilometro si arriva direttamente alla Markt Platz, un ampio spazio circondato da edifici ottocenteschi, dove la fanno da padroni la parte absidale dell'alta cattedrale neogotica e la fiancata neo-rinascimentale del Rathaus.
teatro statale dell'assia
kurhaus e colonnati
Prendendo a destra fino ad attraversare il largo viale Wilhelmstrasse si arriva al Warmer Park, caratterizzato da uno stagno artificiale al centro (e, sul lato orientale, da una casa che è la copia in piccolo della Casa Bianca di Washington), ma è a nord di questo che sorge una delle maggiori attrazioni cittadine. In fondo a un incantevole piazzale con giardini, contornata a sud dalla mole del Teatro Statale dell'Assia e a nord da una fila di bassi edifici con logge e colonnato, sorge il Kurhaus, un imponente edificio neoclassico (ora riconvertito in centro congressi e casinò), e alle spalle di questo il bellissimo Kurpark, un parco boscoso all'inglese molto frequentato dalla popolazione locale.
kurhaus
kurpark
Subito a nord inizia la bella Taunusstrasse, con palazzi dalle facciate art-nouveau, che in un paio di chilometri, attraversando un altro parco caratterizzato dalla presenza di un torrentello al centro e contornato da ville di inizio novecento, porta alla base delle colline boscose della catena del Taunus, e in particolare all'altra principale attrazione cittadina.
kochbrunnen
kranz platz
Il Neroberg è una collina boscosa che domina la città la cui cima, a meno di 300 metri di quota, è comodamente raggiungibile con una piccola funivia (che però da novembre a marzo è ferma; in tal caso bisogna percorrere un bellissimo sentiero in mezzo al bosco, non troppo lungo ma abbastanza faticoso). In cima alla collina ci sono dei prati e qualche costruzione storica, tra cui un tempietto neoclassico, e si può ammirare un bel panorama sulla città; mentre il fianco digradante verso il centro cittadino ospita un vigneto, infine un altro sentiero, percorribile in una decina di minuti, porta alla Cappella Greca, una chiesa russo-ortodossa della metà dell'ottocento che presenta le tipiche cupolette dorate a cipolla, e dalla quale è possibile riscendere attraverso una tranquilla zona residenziale a metà del percorso verso la funivia.

panorama dal neroberg
sentiero del neroberg
vigneti del neroberg
panorama dalla cappella greca
cappella greca
cima del neroberg

Come detto, Wiesbaden è un'importante e antica città termale, quindi, oltre a possedere comunque un pittoresco centro storico formato da vicoletti pedonali e case a graticcio, si segnala anche per la presenza di numerose fonti di acqua termale calda (in alcuni punti si vede anche il vapore uscire dai tombini).
cattedrale di wiesbaden
cattedrale di wiesbaden
La fonte principale è la Marktbrunnen (che però non buttava), che si trova sull'altro lato del vecchio municipio rispetto alla Markt Platz, in una piazza (chiamata Scholssplatz) dove ci sono anche la facciata della cattedrale e lo Scholss, il castello dei duchi di Nassau, e da dove ci si può inoltrare nella Altstadt. Tuttavia la sorgenti più interessanti sono la Kochbrunnen, situata in un piazzale verde (detto Kranzplatz) all'inizio della Taunusstrasse dove c'è sia una sorgente bollente che sgorga dalla roccia che un tempietto con una fontana dalla quale sgorga acqua calda e termale (che la gente beve abitualmente...è leggermente salata), e la Backerbrunnen, in una piccola costruzione persa nei vicoletti alle spalle del castello.
Da Kranzplatz parte anche la pedonale Langgasse/Kirchgasse che attraversa tutta la Altstadt da nord a sud (incrociandosi con la Michelsberg, che invece riporta verso la la Marktplatz), piena di negozi e locali e sulla quale si affaccia anche il palazzo delle terme di Kaiser-Friedrich.
bakerbrunnen
taunusstrasse
Per ritornare verso la stazione può essere una buona idea, alla fine della direttrice pedonale, dove questa incrocia il largo viale Rheinstrasse (alla cui estremità occidentale sorge la Ringkirche, capostipite di un particolare stile architettonico), prendere la parallela Adolfstrasse, che successivamente si allarga nel viale Adolfsallee con giardini al centro, per ammirare la graziosa Luisen Platz, sul cui lato settentrionale si affaccia la neogotica chiesa di San Bonifacio, la più importante chiesa cattolica cittadina, caratterizzata da due alte torri campanarie.
Dalla stazione di Wiesbaden poi, i treni che riportano a Francoforte sono piuttosto frequenti.

rathaus di wiesbaden
michelsberg
altstadt di wiesbaden
schloss di wiesbaden
luisen platz
kirchgasse

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciate un commento, sarà un piacere per me leggerlo e rispondere il prima possibile.