giovedì 5 giugno 2014

Nerja e la Costa del Sol orientale

agosto 2001 e 2002, capodanno 2003 2005 2007 2012, aprile 2009 (...e tante altre)
Grazie al fatto che uno dei miei amici più stretti è emigrato da ormai parecchi anni, scegliendo come casa questa amena cittadina della Costa del Sol, situata circa 50 km a est di Malaga, ho avuto l'occasione di visitare e soggiornare a Nerja moltissime volte e in tutte le stagioni (la maggior parte delle volte comunque è stato per capodanno). 
nerja e le sue spiagge
balcon d'europa
Raggiungere la cittadina non è agevolissimo; più di qualche volta ho affrontato il lungo viaggio in macchina in modo da avere anche lì un mezzo a disposizione per potersi muovere in libertà, ma è un viaggio infinito (circa 26 ore senza fare lunghe soste), e anche facendo tappa ad Alicante (come è successo una volta, a casa di un amico in Erasmus), oppure imbarcando l'auto a Civitavecchia per sbarcare a Barcellona (dalla quale ci sono altri 1000 km di strada per arrivare a Nerja) sono state solamente la giovinezza, l'incoscienza e la buona compagnia a far filare tutto liscio.
capistrano
chorrillo
Il mezzo migliore per raggiungere la zona è ovviamente l'aereo, visto che l'aeroporto di Malaga è servito da varie compagnie low cost; poi con il bus si può raggiungere la stazione dei bus da dove si può prendere un altro autobus per Nerja; c'è da dire però che, nonostante lungo la costa corra ormai una moderna autostrada, il bus passa invece per la statale fermando nei vari paesi (in particolare impiega molto tempo a superare Velez-Malaga, la seconda città della provincia), per cui per arrivare a destinazione occorrono almeno un paio di ore.

passeggiata alla burriana
burriana
burriana
carabeo
la burriana da capistrano
salita a capistrano

Nerja è forse la cittadina turisticamente più rilevante della Costa del Sol a est di Malaga, pur non essendo la più grande. Il nucleo urbano è costituito da un piacevolissimo centro storico situato in cima ad una scogliera, sotto alla quale si susseguono varie deliziose spiaggette, circondato dalla città moderna, di stampo prevalentemente residenziale.
iglesia del salvador
iglesia del salvador
L'aspetto del centro storico è quello caratteristico di una cittadina andalusa, con un pittoresco dedalo di vicoletti incorniciati da case imbiancate a calce nelle quali fanno capolino inserti e decorazioni colorate che rimandano al passato moresco della regione; tuttavia il grande numero di abitanti inglesi e scandinavi, che hanno investito soldi nella sistemazione del centro, ha portato anche alla presenza di qualche particolare di aspetto nordico.
balcon d'europa
passaggio tra le rocce
Il punto nevralgico della cittadina, quello dove termina la quasi totalità delle stradine che percorrono il centro a raggiera e dove sorge anche la graziosa Iglesia del Salvador,  è il Balcon d'Europa: una spianata con palme che termina in un belvedere a picco sul mare e sulle calette che caratterizzano la scogliera dabbasso.
Proprio le spiagge e le calette rappresentano la maggiore attrazione della cittadina, che basa il suo notevole afflusso turistico principalmente sulla vita balneare e sul mare pulito (anche se freddo a causa di una corrente che arriva direttamente dal vicino Atlantico): alle due estremità dell'abitato ci sono le due spiagge più grandi, El Playazo a ovest (che è la più selvaggia e meno urbanizzata) e La Burriana a est, che è invece la più turistica della zona, con una fila di locali sia lungo la strada asfaltata che sulla passeggiata a ridosso della distesa sabbiosa, dove sorgono in fila una moltitudine di ristoranti.  Dietro la fila di palazzi che si affaccia sul lungomare della Burriana, un sentiero che risale la scogliera tra palme e rigagnoli d'acqua porta al Capistrano, un consorzio di casette bianche intorno a uno stagno artificiale che offre uno degli scorci più pittoreschi della cittadina.
lungomare pedonale
vicoli di nerja
Dal Playazo parte un percorso, principalmente pedonale, che dapprima costeggia le belle spiagge della Torrecilla e del Salon, passando sotto all'ampia Plaza los Cangrejos (con alberi, aiuole e tanti ristoranti), per poi proseguire sotto alla scogliera dove, tra palme, vegetazione varia e stretti passaggi tra le rocce, attraversa le piccole e pittoresche spiagge de La Caletilla, Calahonda (proprio sotto al Balcon de Europa), Chorrillo, Carabeo e Carabeillo, per poi sbucare sulla Burriana.

la caletilla dal balcon d'europa
calahonda dal balcon d'europa
balcon d'europa
calahonda
balcon d'europa
la scogliera dal balcon d'europa 
caletta sotto alla scogliera
balcon d'europa 
dettaglio alla calahonda

Oltre al mare però, la zona offre anche alcuni notevoli spunti di carattere artistico, culturale e naturale. Uscendo dalla cittadina, seguendo la statale verso est si raggiunge Maro, un grazioso borgo a picco sul mare facente parte sempre del comune di Nerja, da cui dista circa 3 km,  e costituito da casette bianche (in molti casi trasformate in piccoli hotel o affini) e vicoletti e con belle spiagge in basso; lungo il tragitto si segnala lo spettacolare colpo d'occhio offerto dall'acquedotto di Puente del Aguila, una grandiosa opera civile del XIX secolo, costruito per portare l'acqua alla vicina fabbrica di zucchero di San Joaquin, ora interessante sito di archeologia industriale.
puente del aguila
nerja dalla strada per maro
Sempre nel territorio di Maro si trovano le Cuevas de Nerja, un esteso complesso di grotte con molte ampie sale caratterizzate da stalattiti (tra cui la più lunga d'Europa, con i suoi 63 metri) e stalagmiti, nonché con i resti di alcune pitture rupestri risalenti al paleolitico. Queste grotte sono uno dei siti in assoluto più visitati di tutta la Spagna.

cueva de nerja (dal web)
cueva de nerja (dal web)
cueva de nerja (dal web)
maro
maro
maro

Circa 6 km verso l'interno, risalendo sulle alture che formano le Sierras de Tejeda, Almijara e Alhama (propaggini occidentali della ben più famosa Sierra Nevada, e parco naturale), si arriva invece alla bellissima cittadina di Frigiliana (raggiungibile anche con la corriera, o comodamente in taxi).
frigiliana
frigiliana
Il Casco Antiguo di Frigiliana, arroccato su un'altura a circa 300 metri di quota, è infatti costituito interamente da casette imbiancate a calce  (ma in effetti anche la parte più nuova lo è) in puro stile mudejar, tipico dell'Andalucia, dovuto al fatto che per buona parte della sua storia è stato abitato dalle popolazioni moresche.
Passeggiando per le stradine strettissime, quasi interamente pedonali viste anche le piccole scalinate che le contraddistinguono, ci si trova davanti ad un'infinità di scorci pittoreschi, e salendo verso le zone più in alto si può godere anche di un bellissimo panorama sulla costa.
frigiliana
frigiliana
Tra una piazzetta con pergola, una porta in legno colorato e un archetto, si può trovare anche il tempo per entrare in uno dei numerosi negozi di souvenir o fermarsi a bere e/o mangiare qualcosa in uno dei tantissimi bar o ristorantini tipici nascosti nel dedalo. Tra le varie case antiche e chiesette va segnalato il Palacio del los Condes, del XVI secolo, che è attualmente l'unica fabbrica di miel de caña (melassa, che è anche uno dei souvenir più tipici della cittadina) d'Europa.

frigiliana
sulla sierra
frigiliana

frigiliana
frigiliana
frigiliana

Essendo stato sempre ospitato non ho mai testato alberghi o ostelli, ma dato che la cittadina è molto turistica, l'offerta di alloggio è imponente e diversificata. Anche il numero di ristoranti e tapas-bar è enorme, e l'offerta gastronomica è di ottimo livello, sia per quello che riguarda i prodotti del mare che quelli della terra. I posti provati sono stati tanti, e di quasi nessuno ricordo il nome e inoltre a distanza di anni alcuni potrebbero aver chiuso; mi limiterò perciò a consigliare di non andare solo nei posti delle zone più battute, ma di inoltrarsi tra i vicoli, o magari spingersi anche un po' fuori dal centro storico, alla ricerca dei posti frequentati anche dagli abitanti.
carabeillo
nerja
In ogni caso, a pranzo, consiglio di spingersi fino alla fine della Burriana, dove in un ristorantino all'aperto, tutta la mattina è impiegata a preparare un enorme calderone di ottima paella mista.
Com'è facile aspettarsi, la vita notturna della cittadina è parecchio frenetica (soprattutto d'estate, ma un po' di movimento c'è sempre): la gran parte dei locali è concentrata intorno a Plaza Tuttifrutti, nella zona nuova, ma anche nei vicoli è possibile scovare qualche buon localetto dove passare una bella serata.

nerja
vicoli di nerja
plaza los cangrejos
la sierra alle spalle di nerja
vicoli di nerja
vicoli di nerja
la scogliera
el salon
el playazo

Per finire, grazie alla sua particolare posizione con le montagne alle spalle, Nerja gode di un clima spettacolare: come in tutto il sud della Spagna, anche in pieno inverno le temperature non scendono mai troppo, ma il microclima che la caratterizza le conferisce giornate anche più dolci che a Malaga, e non è infrequente trovarsi a gennaio in spiaggia in maglietta e sandali; allo stesso modo in estate, la minore umidità e la brezza che arriva dalle alture, rendono il caldo intenso di queste regioni più sopportabile rispetto alle grandi città andaluse.
Nerja è veramente piacevole, quasi una seconda casa per me, un posto dove sono già stato tante volte e dove sicuramente andrò ancora spesso. 

locale tra i vicoli
plaza andalucia
plaza cantarero
plaza tuttifrutti (dal web)
la burriana e capistrano
paella mixta sulla spiaggia

Nessun commento:

Posta un commento

Lasciate un commento, sarà un piacere per me leggerlo e rispondere il prima possibile.