lunedì 23 dicembre 2013

Nagasaki

15-17 agosto 2013
nakashima gawa
kofuku ji
Anche il nome di Nagasaki, come Hiroshima, è inevitabilmente legato alla catastrofe nucleare del 9 agosto del 1945; tuttavia, come e anche più della sua compagna di sventura, questa bellissima città ha da offrire al turista innumerevoli siti interessanti, molti dei quali testimoniano la sua storia di unico punto di congiunzione che  per secoli l'impero del Sol Levante ha avuto con il mondo esterno.

giovedì 19 dicembre 2013

Fukuoka

14 agosto 2013
per le strade di hakata 
Fukuoka è la maggiore città del Kyushu, la grande isola meridionale dell'arcipelago giapponese, ed è nata dall'unione di due città: quella che le ha dato il nome, a ovest del fiume Naka e verso il mare, e la città di Hakata, a est del fiume, dove si arriva con i treni shinkansen (tra l'altro la stazione e la conseguente fermata del treno si chiamano Hakata, quindi non cercate Fukuoka sulle mappe ferroviarie), dei quali rappresenta una fermata obbligata per chi è diretto verso Nagasaki o le altre città e zone interessanti dell'isola, e che la collegano a Hiroshima in meno di un'ora e mezza.

lunedì 16 dicembre 2013

Hiroshima e Miyajima

12-14 agosto 2013
cupola della bomba atomica
uno dei 6 bracci del fiume
Il nome Hiroshima, inevitabilmente, non può che far pensare a ciò che successe il 6 agosto del 1945, quando la città venne spazzata via completamente dalla bomba atomica; tuttavia adesso la città ha un aspetto veramente gradevole e fiorente, ed è resa ancora più bella dalla sua posizione sui 6 bracci che compongono il delta del fiume Ota e dalle numerosissime aree verdi sparse per il centro.

martedì 10 dicembre 2013

Okayama e l'isola di Shikoku (Takamatsu e Matsuyama)

10-12 agosto 2012
okayama
okayama jo
L'isola di Shikoku è la quarta in ordine di grandezza dell'arcipelago giapponese, separata dallo Honshu dal placido mare interno, e presenta in piccolo tutte le caratteristiche che rendono piacevole un viaggio nel paese del Sol Levante: una grande quantità di magnifici templi (l'isola è famosa per il pellegrinaggio degli 88 templi, il più importante della nazione, che sono sparsi su tutta la sua superficie, che è poco maggiore di quella del Lazio) montagne verdi, coste puntellate di isolette (quella rivolta verso il mare interno, mentre quella rivolta verso l'Oceano Pacifico è più selvaggia e battuta dalle onde), città belle, moderne e piacevoli, e una cucina più che goduriosa.

giovedì 5 dicembre 2013

Nara

8 agosto 2013
spirito guardiano
cervi a nara
La città di Nara è stata la prima capitale del Giappone e vanta un patrimonio storico-culturale inferiore solamente a quello di Kyoto nel paese del Sol Levante. Essendo inoltre comodamente raggiungibile sia da Kyoto che Osaka in poco più di una mezz'ora di treno (sia delle linee JR, sia della linea privata Kintetsu, la cui stazione è più centrale), rappresenta una delle mete turistiche più importanti e affollate del paese.
Davanti alla stazione JR c'è anche un grande e comodo ufficio informazioni dove reperire una pianta della città e pianificare il percorso di visita.

lunedì 2 dicembre 2013

Osaka e Kobe

8-10 e 17 agosto 2013
tramonto a shinimamiya
Molto vicina a Kyoto, tanto che ci si può arrivare anche in metropolitana, Osaka ha però un aspetto e una storia completamente differenti. Salvo poche eccezioni infatti, le attrattive principali della città sono di stampo moderno e iper-tecnologico, oltre alle quali vanno segnalate la cucina tipica (Osaka è considerata la città con la cucina migliore del paese) e un'aria particolare intrisa di calore umano e di "confusione" molto poco giapponese (per esempio la folla nella metro è più indisciplinata e si vedono anche delle cartacce per terra, ma non è assolutamente un male).