martedì 16 luglio 2013

Xi'an e l'Esercito di Terracotta

2 gennaio 2010
sito dell'esercito di terracotta
auriga di terracotta
Xi'an è una delle città storicamente più importanti della Cina, essendo stata la prima capitale del regno unificato e avendo ricoperto tale ruolo, seppur non in maniera continuativa, per ben 13 dinastie regnanti. Essa viene inoltre riconosciuta come l'estremità orientale della Via della Seta.
I suoi oltre 3000 anni di storia, di primaria importanza per la nazione cinese, le hanno dunque conferito un notevole patrimonio storico-artistico che, unito al sito che ospita il famosissimo Esercito di Terracotta, che ne fa una delle mete turistiche più importanti e imperdibili della Cina.
terracotta warriors
l'esercito di terracotta
Il modo migliore per raggiungere la città da Pechino è il treno superveloce che parte dalla stazione ovest della capitale e in una notte copre gli oltre 1100 km che separano le due città (i treni sono forniti di brande per dormire, e quindi sia il viaggio di andata che quello di ritorno, entrambi in notturna, sono stati molto confortevoli), l'unico problema è che comprare i biglietti è tutt'altro che semplice (e senza l'aiuto di due amici italiani in loco per studiare cinese difficilmente ci sarei riuscito. Forse si può chiedere aiuto alla reception del proprio hotel, uno dei pochi posti dove si può parlare inglese, ma non ne sono sicuro).

mura di xi'an
l'esercito di terracotta
l'esercito di terracotta

Il centro di Xi'an è racchiuso da una monumentale cinta muraria a pianta rettangolare lunga circa 12 km, e la stazione ferroviaria cittadina si trova nei pressi dell'angolo nord-orientale di questa. Davanti al piazzale della stazione un gran numero di tassisti si offre di portarvi al sito dell'Esercito di Terracotta, che si trova circa 30 km fuori città ed è raggiungibile solo in taxi (ci sono anche i mezzi pubblici ma se non parlate cinese sono impossibili da trovare). Contrattare con i tassisti invece, nonostante la barriera linguistica, è piuttosto semplice: lui scrive un numero su una calcolatrice, tu ne scrivi un altro, fino a quando non vi mettete d'accordo; il prezzo della corsa in taxi, in relazione ai prezzi medi che si trovano in Cina, è abbastanza alto, ma sempre ampiamente abbordabile per un turista europeo (ed inoltre io ero da solo).
quartiere a est del centro
quartiere musulmano
Il sito dell'Esercito di Terracotta è ormai completamente recintato e organizzato come un museo, dove i fossati con le file di guerrieri di terracotta sono rinchiusi in dei padiglioni (alcuni dei quali grandi come degli hangar), mentre altri padiglioni contengono vari reperti o mostre permanenti che illustrano la storia del sito.
Le biglietterie si trovano in corrispondenza delle uscite (dove stazionano anche molte guide, ufficiali, che proveranno ad abbordarvi, io ne ho fatto benissimo a meno) mentre per entrare si deve prima attraversare una zona commerciale. Se, come me si arriva all'apertura (d'altronde il treno era arrivato alle 7 di mattina), la visita si completa comodamente in mattinata.

quartiere musulmano
quartiere musulmano
quartiere musulmano









L'Esercito di Terracotta è sicuramente la ragione principale per cui si viene a Xi'an (nonché una delle ragioni principali per cui si viene in Cina), ma la città presenta molte altre attrazioni che ne testimoniano la storia millenaria.
torre del tamburo
quartiere musulmano
Il punto centrale della città dentro le mura è rappresentato dall'incrocio tra i due larghi viali principali, al centro del quale si trova la Torre della Campana. A poca distanza da questa si trova la Torre del Tamburo (la presenza di questa coppia di torri è una caratteristica comune a quasi tutte le città cinesi), poco oltre la quale si entra nel quartiere musulmano (chiaro retaggio del fatto che la città era il punto di partenza o arrivo della via della seta). Questo dedalo di strette stradine, caratterizzate da case di legno e botteghe artigiane, macellerie, mercati e tavole calde, è il cuore pulsante della città e la principale attrazione del centro. Passeggiando tra i vicoli ci si può inoltre facilmente imbattere in un tempio di qualche tipo.
torre della campana
mercato
Durante la visita del quartiere musulmano una tappa obbligata è rappresentata dalla Grande Moschea, una delle più importanti del paese, costruita però in uno stile che ricorda molto i templi buddisti, con i cortili rettangolari contornati da vari padiglioni, e il minareto ha la forma di una pagoda.
Il resto della città dentro le mura è di stampo moderno, con grandi palazzi in vetro e cemento, ma ospita qualche bel parco pubblico, come per esempio il Lianhu Park, con un grande lago artificiale.

grande moschea
grande moschea
grande moschea









Anche fuori dalla cinta muraria Xi'an presenta vari punti interessanti. Nella zona a est del centro, oltre al bel parco Xinqinggong, si trova il Tempio degli 8 Immortali, un importante santuario taoista del quale però è risultato impossibile trovare l'entrata. Il quartiere intorno al tempio però è molto interessante perché ricco di botteghe artigiane, meccanici, fabbri e carrozzieri, cui si alternano dei bugigattoli che vendono cibo, e offre uno spaccato di vita reale cittadina.
minareto
grande moschea
Nella zona a sud invece, distanti però qualche chilometro tra loro, ci sono tre importanti attrazioni cittadine. La più vicina alle mura (circa 2 km) è la Pagoda della Piccola Oca Selvatica, una costruzione risalente al VII secolo alta 43 metri. Da questa, proseguendo verso sud-est per un altro paio di chilometri si incontrano il Museo di Storia dello Shaanxi, uno dei più interessanti della Cina, e la Pagoda della Grande Oca Selvatica, coeva della prima ma più alta (raggiunge i 64 metri).
nel quartiere musulmano
Xi'an merita sicuramente una sosta di qualche giorno anche per visitare i numerosi siti storici che si trovano nei dintorni della città, ma anche in una giornata ci si riesce a fare un'idea della sua bellezza e grandiosità; purtroppo l'area urbana è veramente molto estesa e girarla a piedi risulta parecchio faticoso; senza contare che all'epoca non c'era nemmeno un servizio di metropolitana (cosa che per esempio mi ha impedito di arrivare a visitare le due pagode). Sembra tuttavia che nel frattempo sia stata inaugurata una linea di metro e entro la fine dell'anno 2013 ne venga inaugurata un'altra (e che ve ne siano anche altre in progetto), cosa che permetterà senz'altro di godersi meglio la città.

nel quartiere musulmano
hotel in centro
lianhu park





Nessun commento:

Posta un commento

Lasciate un commento, sarà un piacere per me leggerlo e rispondere il prima possibile.